Metodi

  • COLLOQUIO:

Attraverso l’attenzione fluttuante del colloquio, la relazione diviene costruttrice di valori e generatrice di significati.

  • EMDR

La Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari, è una metodologia psicologica per il trattamento dei problemi emotivi causati da esperienze di vita disturbanti, che variano dagli eventi traumatici, come stress da combattimento, aggressioni e calamità naturali, ad eventi disturbanti nella infanzia. L’EMDR viene inoltre utilizzato per alleviare l’ansia da prestazioni e per rafforzare la funzionalità delle persone sul lavoro, nello sport e nello spettacolo (www.emdritalia.it).
Per approfondire clicca qui

  • IPNOSI e TRAINING AUTOGENO

Antichissima procedura terapeutica che attraverso la “immaginazione creativa” attiva uno stato di coscienza modificato, simile al pre-addormentamento, in cui corpo e mente entrano in contatto armonico producendo una condizione di benessere in grado di ripristinare la salute fisica, psichica e comportamentale.
(vedi articoli)

  • PSICOTERAPIA CON LA PROCEDURA IMMAGINATIVA

La produzione immaginativa svolge la duplice funzione di dare al paziente uno strumento di condivisione e di espressione del suo disagio ed inoltre permettere al paziente di recuperare la propria soggettività là dove, all’inizio del rap-porto, è oggetto della patologia per la quale si rivolge a chiedere aiuto. Permette quindi quel movimento esplorativo-riparatorio delle aree conflittuali, rinchiuse dentro consistenti e rigide difese che fino ad allora sono state utili ma che non lo sono più.
Per approfondire clicca qui

  • PSICOTERAPIA DELL’ETÀ EVOLUTIVA

La psicoterapia dell’età evolutiva e dell’adolescenza è un’area di intervento che prevede l’analisi, la comprensione e il trattamento nei bambini e nei ragazzi durante il periodo di vita che va dalla nascita al termine dell’adolescenza.
L’obiettivo dello psicoterapeuta dell’età evolutiva  è offrire ai bambini/ragazzi ( e alle loro famiglie) il sostegno necessario per  affrontare e superare le difficoltà che fanno parte  dello sviluppo e della crescita, migliorando la percezione di sé, l’autostima e il riconoscimento  delle proprie emozioni.
Per approfondire clicca qui

  • SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ

Il primo passo terapeuticamente importante per affrontare un problema è chiedere aiuto per il proprio bambino. In bambini molto piccoli spesso le difficoltà sono legate al ritmo sonno/veglia, l’alimentazione, enuresi, encopresi, con la crescita si presentano difficoltà nella gestione della rabbia, disturbi d’ansia, paure, gelosie, ansia di separazione, disturbi psicosomatici, difficoltà scolastiche, tali situazioni disorganizzano l’equilibrio famigliare.
Per approfondire clicca qui

  • MASSAGGIO NEONATALE INFANTILE A.I.M.I.

Il massaggio del bambino è un metodo di massaggio nato negli Stati Uniti e diffusosi recentemente anche in Italia. La tecnica si ispira al massaggio indiano, a quello svedese, alla riflessologia plantare.
Ha lo scopo di recuperare l’aspetto naturale ed istintivo del vissuto di maternità delle donne che, negli ultimi decenni, si è notevolmente modificato perdendo in parte la sua spontaneità.
Per maggiori informazioni clicca qui

  • ATTIVITÀ DI GRUPPO

L’attività del gruppo è utilissima per diversi motivi: 1) i membri del gruppo interagiscono e si influenzano a vicenda; 2) ogni membro in un gruppo gioca dei ruoli; 3) tutti i membri sono interdipendenti, cioé hanno bisogno l’uno dell’altro per arrivare agli scopi che il gruppo si è prefissato; 4) il gruppo viene tenuto insieme dalla cosiddetta coesione, ossia dall’intensità della relazione tra i membri del gruppo.
Per questo motivo sono attivi dei progetti:

IL GRUPPO AIUTO (vai all’artico)
L’OFFICINA DELLE EMOZIONI (vai alla pagina)
L’ARTE di PRENDERSI CURA del Sé (vai alla pagina)
GRUPPO GENITORI

Follow by Email
YouTube
LinkedIn
Share
Telegram