Il benessere psicologico nella salute

L’aumento dell’età media della popolazione è sicuramente un indice di benessere, ma la salute per definizione, non è soltanto fisica, poiché il benessere psicologico sembra avere un importante ruolo protettivo in molti disturbi. Dobbiamo quindi ricercare un benessere soggettivo, che corrisponde alla soddisfazione della vita, ai giudizi cognitivi ed emotivi che le persone danno in riferimento alla loro vita. Parliamo quindi di emozioni positive, che passano attraverso il rafforzamento delle risorse personali tra cui l’auto-accettazione, le relazioni positive con gli altri, l’autonomia, lo scopo nella vita e la crescita personale.

benessereE’ bene tenere presente che se per i giovani l’impressione di migliorare con il tempo e di vedere definirsi il proprio scopo nella vita è un dinamismo, gli adulti e ancor più gli anziani fanno fatica a mantenere alto il livello di questi elementi, vedendo prospettarsi piuttosto l’inevitabile declino.

Allora dobbiamo considerare una sostanziale differenza tra giovani ed anziani, ma l’importanza del benessere psicologico non si ferma mai, come dimostrano le ricerche del 2012 le quali affermano che un elevato livello di scopo nella vita è associato ad una riduzione del rischio di sviluppare Alzheimer e deterioramento cognitivo lieve in anziani. Al benessere psicologico, corrisponde anche minor rischio di malattie cardiovascolari poiché associato positivamente a comportamenti salutari e capace di limitare i comportamenti rischiosi per la salute. Secondo uno studio, gli adulti che si percepiscono più giovani di quanto realmente sono, tendono ad avere un benessere maggiore. Così le persone più aperte alle nuove esperienze danno impulso alla propria crescita personale, e l’essere ben disposti verso gli altri facilita le relazioni.

Conoscersi le proprie risorse per affrontare meglio la vita.

per maggiori informazioni
roberto.ercolani@psicologoweb.net
0549.887412 – 349.3520327

Lascia un commento

Follow by Email
YouTube
LinkedIn
Share
Telegram